STORIA

  • Creativo in azione.
  • Buon Compleanno Matteo... Una vita in bici!
  • Io e il pluricampione Paolo Bettini
  • Chiodo fisso
  • Matteo Nuzzi
  • Matteo Nuzzi
  • Matteo Nuzzi
  • Matteo Nuzzi
  • Matteo Nuzzi
  • Matteo Nuzzi
  • Matteo Nuzzi

UN'INFANZIA NEL MONDO DELLA BICI

Il padre era tecnico delle maggiori aziende del mondo delle due ruote, sia moto che biciclette, in Austria, Svizzera, Germania.
Per Matteo è stato naturale entrare in questo mondo ...ma lo ha fatto a modo suo, non solo da tecnico ma da creativo.
Nella sua infanzia qualcosa è successo, era un bambino molto appassionato del disegno, fin da piccolo amava fare progetti, ideare.

All'età di 14 anni, disegna la casa dove ancora oggi vivono i suoi genitori. In ambito sportivo, inizia come ciclista e da subito passa da ciclo amatore ad agonista, nelle categorie giovanili.
Matteo Nuzzi nasce nel 1969, la sua infanzia passata in Svizzera, gli permette di vivere un panorama multietnico.
Impara il tedesco, francese e inglese. Finiti gli studi superiori, nel 1989 si affaccia al mondo industriale, aprendo una piccola azienda insieme al fratello maggiore, la Sud Bike Company.
Matteo curava la parte progettuale e del prodotto, mentre il fratello quella commerciale.

Nel 1992 l'azienda aveva una struttura di 100 dipendenti, tra interni ed esterni. Nel 1996 viene acquisita un'azienda marchigiana e nel 1998 viene creato un gruppo, che assorbe la Sud bike company.
Nasce così la Fib spa, con sede nelle Marche, di cui Nuzzi è fondatore e amministratore delegato.
Nel 2008, Nuzzi dopo quasi 20 anni di attività industriale, decide di dedicarsi quasi esclusivamente al Design, investendo in quel settore tutta la sua esperienza come grafico,progettista e product manager.
Da quel momento inizia a collaborare con numerose aziende delle due ruote italiane ed europee di fama internazionale.
Innovativa è stata l'idea del 2009, quando Nuzzi presenta alla Fiera di Milano il progetto della FIX BIKE, la bici a scatto fisso a marchio Rossin.
Bici, che Nuzzi, umoristicamente definì, bici " chiodo fisso".

Oltre a Fir nelle sue collaborazioni più importanti degli ultimi 5 anni, ha riportato in auge, marchi storici quali : ROSSIN, SPEED, AURELIA.
La sua maggior creazione, riconosciuta a livello internazionale, è stata usare la tecnologia dell'idroformatura per ideare telai con altre forme, non più tonda standard.
Da lì è nata una tendenza, lanciata da Nuzzi, in funzione di un'estetica e di una tecnica diversa del telaio. Presentò questo telaio per la prima volta alla fiera di Las Vegas nel 1999.
L'idea inizialmente, accolta a livello europeo, con enormi critiche e scetticismo, trovò nelle aziende statunitensi grande interesse, tanto che l'anno dopo la presentazione di Las Vegas, vennero proposti numerosi prototipi di biciclette con telai idroformati. Ad oggi tutte le aziende di biciclette usano questa tecnica per creare i loro telai. Un'altra idea è stata di trovare soluzioni grafiche diverse per i telai, più innovative accattivanti, legate anche al settore della moda.
Non solo applicando il semplice marchio sul telaio, ma vestendo la bicicletta. Nuzzi ha creato numerosi prodotti: - biciclette su misura per professionisti, tra cui alcuni Campioni - telai super tecnologici, è stato uno dei primi imprenditori a promuovere i telai in carbonio e a creare - componenti per biciclette - articoli per il settore giocattolo ( monopattino, bici personalizzate per bambini-e, learning bikes) - borse, tshirts per vari marchi del settore sportivo e moda.

La sua vera forza è la capacità di industrializzare il prodotto.
Dal design fino alla realizzazione del prototipo e all'industrializzazione, spesso in aziende asiatiche.
Di recente ha fatto ripartire il marchio Fir, fermo da alcuni anni ormai, grazie alla collaborazione con l'azienda GIST. Con Fir, hanno corso tutti i più grandi campioni di sempre.
Ha collaborato alla parte grafica di alcuni prodotti moda esposti al Pitti Uomo 2012.
Partecipa alle maggiori Fiere nazionali ed internazionali, del settore delle due ruote. ( EUROBIKE, TAIPEI CYCLE, CHINA CYCLE SHANGAI SHOW- BIKE WEEK TAIWAN).
La sua convinzione assoluta, che la creazione deve essere utilizzata e apprezzata dalla comunità, lo vede inesorabilmente a realizzare i suoi progetti, fin nei minimi dettagli.